sabato 20 settembre 2008

rainbow


E non lo so perchè mi sento sola.
E il telefono che squilla non basta più.
Sto male, in questi giorni.
Reagisco in maniera sbagliata ad un milione di cose, sono sulla difensiva, come se mi aspettassi un colpo alla nuca da un momento all'altro.
E tengo gli occhi aperti e muovo la testa con frenesia, perchè non voglio farmi cogliere impreparata.
E sono stanca di ospiti che vanno via, di chilometri da macinare in treno soltanto per abbracciare le persone alle quali voglio bene.
Non so perchè ad un certo punto mi trovo quasi sola in questa città, è come se il mio mondo fosse proiettato nel futuro. Il mio futuro.
Ma io sono ancora ferma nel passato. E Roma, oggi, è il mio passato.
Quindi chiedo scusa.
Scusami se sono insopportabile.
Scusa anche a te per la fiducia che non sono riuscita a darti.
Scusa pure a te, li giù, perchè peso più del dovuto sulle tue giornate.
E si, scusa anche a te, tu che provi sempre a star qui.

34 commenti:

Andrea Del Campo ha detto...

le giornate come queste le senti arrivare da lontano...ti prapari...prendi fiato...incassi il colpo...e poi?e poi
ti rendi conto che il colpo non è così forte come credevi,che un pò è la tua paura ed un pò la tua ansia di vita che non ti lascia mai del tutto soddisfatta.
Hai preso fiato?bene,rilascialo.
poi prendilo di nuovo.
rilascialo.
ecco.
respirare,piano,con calma...


ps:scuse non accettate :P

Silvia ha detto...

Anch'io mi sento abbastanza sola e non posso neanche macinare quei chilometri che mi dividono dalle persone a cui tengo se ti può consolare.

Un abbraccio cara beatrice...

lula ha detto...

beatriciolina! ora vengo a viverti sotto il futon così la pianto di far squillare il telefono

beatrice ha detto...

Andrea: sopravvivo da così tanto tempo in apnea che respirare regolarmente mi sembra una cosa difficile.

Silvia: perchè non puoi?

Lula: vieni sotto le lenzuola, che stiamo più comode.

digito ergo sum ha detto...

il sentirsi seNpre soli fa parte di quel "freddo dentro" che è essenziale per vivere. ieri sera ero da amici, saremmo stati almeno una quindicina... un casino della madonna... ad un certo punto mi son sentito solo. ho preso, salutato, e son tornato a casa. bellissimo.

beatrice ha detto...

Digito: sentirsi soli in mezzo alla gente è molto doloroso.
Ti capita mai di camminare per strada e pensare che solo tu hai una velocità di marcia diversa?

intrigantipassioni ha detto...

Con chi riesce ad andare oltre, con chi ti guarda o ascolta il tuo silenzio e capisce tutto... non servono scuse. Solo la forza di essere veri. :-)

digito ergo sum ha detto...

mi capita. a volte. mi fa sentire "umile"... perché penso che non possa essere la mia, la "velocità di marcia" giusta. se di giusto si può parlare. mi fa sentire bene. perché, alla fine, ci son momenti in cui, con gli altri, non abbiamo niente da spartire. sono inversamente ma non diversamente belli da quelli in cui sentiamo che, dagli altri, abbiamo solo da imparare.

che, detta così, sembra una ca__ta. e invece lo è. ;-)

INFINITO ha detto...

A me queste sembrano una serie di pippe mentali da primato...

Macche' riprendere fiato, sentirsi estranei e fare il vuoto intorno a se'...

Meno pippe + vita reale e vedrai che ste' manfrine scompariranno...

Tutti, a volte, ci sentiamo giu' ma non per questo ci mettiamo a mandare messaggi di SOS agli amichetti...

Asal ha detto...

infinito la tua capacità di calarti nei panni altrui è disarmante.

Bea sai che i tuoi amici ci sono e puoi mandargli TUTTI GLI SOS CHE VUOI.Tu hai degli amici, amiche... ricordatelo
Ti voglio bene

INFINITO ha detto...

@Asal

quando sto male mi rintano dentro casa e lecco le ferite da solo non mi metto a lanciare grida d'allarme...

La nostra Beatrice invece e' molto brava nell'arte di gridare al lupo al lupo e tutte le persone accorrono per salvarla...

Esibizionismo?

Queste cose non riesco a capirle e non comprendo perche' voi al minimo segnale accorrete come forsennati...

Meno pippe + vita reale e cara Beatrice ti accorgerai di quanto e' bella Roma...

beatrice ha detto...

Infinitepassioni: ascoltarmi è stremamente difficile. Perchè mi chiudo in un duro silenzio.
Perchè copro il microfono se mi viene da piangere al telefono. Perchè, se mi si chiede perchè rispondo: Passaparola.

Digito: Io mi sento come se nuotassi nel purè di patate.
E guardo gli altri fare le facce e mi sento come se fossi l'unica senza espressione, in quei momenti li.

Infinito: nessun SOS solo uno sfogo, solo la voglia di farlo sapere alle persone che sono lontane.
Di dire nel modo più semplice che mi mancano. Chè a parole non lo so dire.

Asal: silenzio...Anche io.

AriInfy:ho leccato le mie ferite ieri, per tutto il giorno. Non ho stressato nessuno. Non ho chiesto nulla.
E Roma è bellissima. Lo so.
Ma mi sento ancora una turista.

INFINITO ha detto...

Io vedo solo il tentativo di richiamare quanta piu' gente possibile al proprio capezzale... Forse in attesa di una raffica di nuove foto per meglio sbalordire i tuoi numerosi fans?

beatrice ha detto...

Infy:al mio capezzale?
e mica sto morendo!

INFINITO ha detto...

Be da come scrivi sembri all'ultimo stadio... ah ah ah ah

Te l'ho gia' scritto, piu' vita reale e meno pippe mentali, ne gioveresti tantissimo... ;-)

By un super Infinito

beatrice ha detto...

Infy: grazie per il consiglio. cosa fare senza te

INFINITO ha detto...

Lo sai io ti do sempre buoni consigli. Anche a Del Campo do buoni consigli...

beatrice ha detto...

Infy: NON ROMPERE I COGLIONI AD ANDREA

INFINITO ha detto...

Mi spiace non pensavo che toccarti il fidanzatino ti desse tanto fastidio, ciao ciao... :-D

beatrice ha detto...

Infy: eccheppalle con questa storia.
Non ti annoi?

INFINITO ha detto...

No... perche' sappiamo come finira'... buona serata! :-D

beatrice ha detto...

Infy: io lo so di certo

Andrea Del Campo ha detto...

eh?mi avete chiamato?ah,ok..il solito...torno al lavoro...

INFINITO ha detto...

ciao del campo mi mancavi tanto. ben trovato. l'altro giorno ti ho visto in centro sempre meno capelli e piu' brizzolati... t.v.b.

Andrea Del Campo ha detto...

eh,si infatti...è sembrato anche a me di vederti...sempre più pompato,,attento alle vene del collo,si vedono troppo.

con affetto...

INFINITO ha detto...

@Del Campo

uno di questi giorni andiamo da pompi a prenderci un tiramisu' e mi fai un disegno con dedica, ciao! :-)

Andrea Del Campo ha detto...

Infy...ma ti pagano per fare da ragazzo immagine per Pompi?
che per arrotondare non sarebbe malvagio come lavoro part-time...

INFINITO ha detto...

Si', sono un pr di pompi. ;-)

vieni vieni che ti conduco verso la vita notturna della capitale, poi vedi come ti ripigli...

Andrea Del Campo ha detto...

eh,ma mi sa che abbiamo gusti diversi...von tutto il rispetto parlando al gilda non ci metterei mai piede...

INFINITO ha detto...

Al Gilda ti potrei introdurre in un mondo che neanche immagini... Vedi come cambi gusti quando ti presento certe ragazze... ;-)

Max C ha detto...

Ci sono certe giornate che si traformano in settimane e non si riesce a capire come siamo già in autunno e ieri...mannaggia.
Il tempo va veloce, non abbiamo velocità diverse, ci sentiamo soli, forse lo siamo, forse no ! A volte non sappiamo perchè a volte si, a volte non vogliamo saperlo ma senza scuse agli altri. A volte serve stare soli, precipitare in noi stessi per poi rimbalzare con più forza e tornare ad essere in 2,3,4,5... poco alla volta

intrigantipassioni ha detto...

Un amico ascolta il tuo silenzio... e lo percepisce.

INFINITO ha detto...

Ma quanti corteggiatori della domenica notte... ah ah ah ah e ancora non ha postato un po' di autoscatti... :-D

beatrice ha detto...

Max: ci sono giorni che iniziano e finiscono senza un perchè, a volte.
Ma ormai sto imparando a non far scivolare via il tempo come sabbia tra le dita.

Intrigantipassioni: deve essere un amico vero.

Infy: mica sono tutti come te.