giovedì 11 settembre 2008

limiti

Odio i miei limiti.
Questo è quanto.

Ho bisogno di un libro di grammatica italiana, perchè sono ignorante.
Non so fare l'analisi grammaticale delle frasi che devo tradurre, quindi mi perdo e spreco un sacco di tempo.
Grrr....
Devo imparare l'inglese(cercasi persona di buon cuore disposta a darmi lezioni), e devo farlo subito.
E' passato il tempo in cui la mia ignoranza poteva esser giustificata.

Odio le persone che mentono sapendo di mentina(che son comunque migliori di quelli con la bocca prosciugata dal nervosismo che, quindi, mentono con un pessimo alito)
Odio il non riuscire a fidarmi.

scusate, sono un po' nervosa.

6 commenti:

digito ergo sum ha detto...

ai em olso luching for an inglisch ticer... ;-)

i limiti? bazzecole, son là per essere annientati.

un abbraccio

nienteebasta ha detto...

ma questi limiti-ni, che vuoi che sia...affrontarli ti farà solo bene..

un saluto

Anonimo ha detto...

se non li affronti resteranno sempre lì... ce la farai! giulia

Dario ha detto...

Io so l'inglese, ed ho buon cuore.

beatrice ha detto...

Digito: superarli, ci proveremo.

Nienteebasta: limit-oni!

Giulia: poi ti rompo i coglioni parlando in inglese dentro casa.

Dario: interessante.

Dario ha detto...

Seriamente, io sono a Roma, leggo il tuo blog da un po' e appena ho letto il post il commento mi è venuto di cuore.
Sono sempre a disagio con la netiquette e non so mai come propormi (già faccio fatica di persona), quindi mi vergogno un po' ad uscirmene così visto che non mi conosci, però io se vuoi il linea di massima sono disponibile, penso sarebbe divertente (anche perchè non essendo un docente accademico i miei metodi d'insegnamento sarebbero decisamente non convenzionali), mi dispiace che non ho una mia pagina web a cui reindirizzarti, almeno (visto che nel post parlavi anche di fiducia) per provare che non sono un serial killer di blogger.