venerdì 9 maggio 2008

Ok,sono una bugiarda.
Mentire mi riesce bene evidentemente.
Ogni volta che qualcuno mi chiede come sto io sorrido e,con voce dolce, rispondo "Bene,grazie.Sono serena."

E no, non sono serena.Non lo sono affatto.
Ma non riesco ad abbandonare la mia maschera da super donna.
Non riesco a dire: Ho bisogno di te adesso!
E la scena continua giorno dopo giorno.
Sto a casa tutto il giorno senza riuscire a far nulla di veramente produttivo,la giornata scandita da dei pasti consumati con un certo disgusto,e nessuna voglia di uscire.
Il mal di testa aumenta ed io mi do mille motivazioni tranne quella giusta.
Sono sfinita.

12 commenti:

D ha detto...

Vediamo che consigli inutili (in quanto miei) ti posso dare..
Tre cose
-la forza nella debolezza: affrontare la realtà aiuta sempre a cambiarla, quando non va; e se gli altri non accettano, meglio avere persone diverse in grado di farlo che le stesse ma ipocrite
-la verità rende liberi, sempre se si è pronti anche a sentirsela dire. In generale comunque rende liberi e meno stressati
-il senso del ridicolo è un traguardo apparentemente basso ma in realtà grandioso e difficile. All'uopo sentire la discografia completa degli Ark (i testi soprattutto) a partire da "Ain't too proud to bow"

E, in attesa di qualche persona sensata che ti commenti qualcosa di furbo, ritieniti abbracciata forte.

Muxu, D.

nic'o ha detto...

nessun commeno furbo,aimè,mi ocnosci e sai che in quanto a furbizia io non sono una cima!!!:) solo questo:io alla superdonna ho sempre preferito l'altra ,più piccola e nascosta...questione di gusti?!!

Anonimo ha detto...

Ti spio ogni giorno per sapere come stai. Purtroppo abbiamo poco tempo per parlare e in un orario in cui la stanchezza vince su entrambe. E venire qui a leggerti, ogni giorno, per me è un modo, forse sbagliato, forse inutile, di starti accanto. Vorrei che riuscissi ad essere serena. Mi sento di consigliarti solo una cosa: segui l'istinto.

PuroNanoVergine ha detto...

Non so se sia il consiglio giusto, forse è completamente sbagliato, forse è controproducente, forse se l'anima è triste non è il caso, forse è meglio che la smetta di "forsare" ;-)

Io guarderei questa storia, su yuotube è divisa in quattro parti (all'ultima immancabilmente si piange, fieri di farlo).

http://www.youtube.com/watch?v=zqnGlblYmNk

http://www.youtube.com/watch?v=UYVZg9L20KU

http://www.youtube.com/watch?v=0ZnQSyF1mOs

http://www.youtube.com/watch?v=1zLGZKD-XxQ

Con affetto
PNV

beatrice ha detto...

Grazie a tutti.
Scriverò ancora,magari domani.

L ha detto...

Beh, io non so se sei una super donna (non ho motivo di dubitarne), però puoi essere super anche avendo la forza di dire/ammettere "ho bisogno di te".

Questo non farà di te una persona meno super.

In bocca al lupo,
L.

beatrice ha detto...

D: sono abituata ad affrontare a muso duro la realtà,non riesco però a fare una profonda analisi interiore perchè mi è sempre risultato più semplice indossare il mio miglior sorriso ed andare avanti.

Nico: So benissimo quale Beatrice ti è sempre piaciuta di più,sai anche che è quella con la quale convivo peggio.Ho vissuto con la mascella serrata fino ad ora,come faccio adesso a cambiare?

Anonima:L'istinto in questo momento mi consiglierebbe di mollar tutto e spendere i soldi che ho per andare in Francia.
Che dici,mi conviene?

Pnv: piangere non mi crea nessun problema,sono una che piange ad ogni premiazione alle olimpiadi,io!
Grazie,guarderò tutto con attenzione.

L: hai detto una cosa giustissima,ma io non riesco a farlo.Sono cresciuta sapendo di non poter avere bisogno di nessuno,perchè non ci sarebbe stato nessuno ad aiutarmi.
sono arrivata a 26 anni nella convinzione di dover bastare a me stessa,credendo che chiedere aiuto fosse un modo per mostrare i miei punti deboli nei quali,senza dubbio,qualcuni avrebbe affondato un coltello.

lula ha detto...

grandiosissimo D, gli Ark li adoro!

Bea, 'ste fasi vanno e vengono. grazie a dio. testa alta, pancia in dentro e petto in fuori. per lo meno le tette, si mostrino. orco mondo.

lula ha detto...

e comunque sì, mostrare il lato debole è una cosa da super-super-donne. perché vuol dire avere il coraggio di mostrare il fianco. ho un'amica che si chiama Vale, tutte e due abbiamo due facce: La Donna Di Un Certo Livello e Valina/Micolina. povere, non prevalgono mai, Valina e Micolina. e invece dovrebbero. saranno meno fiche, ma son molto più tenere.

L ha detto...

L'importante che non chiedi aiuto perchè non vuoi te.

Buona notte,
L.

beatrice ha detto...

Lula: pensa che la mia parte nascosta e tenera da un po' di anni si chiama Nicolina.
Abbiamo pure l'assonanza.
Per quanto riguarda le tette,beh non sono più quelle di una volta ma mi premuro di metterle sempre piuttosto in evidenza!
:)

D ha detto...

Riuscire a non fare analisi interiore profonda a volte penso sia una salvezza, nei miei momenti bui. E per ciò ho smesso di giudicarlo male in termini assoluti.

Dopo averlo visto per la fantastiliardesima volta aggiungo come stimolo pro-positivo il sempre vivo Rocky Horror Picture Show.

Spero tu stia meglio.

Muxu, D.

P.S. Grazie lula