mercoledì 7 maggio 2008

L'eleganza del riccio


"Lo zerbino davanti alla posta degli Arthens non è stato pulito.Potrebbe provvedervici lei?" mi chiede la gallina.
Perchè la commedia deve sempre trasformarsi in tragedia?
Certo,anche a me capita di ricorrere a degli errori,seppure come arma.
"E' guasi un infarto" avevo chiesto a monsieur Chabrot per distrarlo dai miei modi strampalati.
Quindi non sono così sensibile da perdere la ragione per un uso leggermente improprio della lingua.Dobbiamo concedere agli altri quelo che permettiamo a noi stessi;inoltre Jacinthe Rosen e il suo scarafaggio in bocca sono nati a Bondy in una schiera di palazzi con le trombe delle scale sporche, e pertanto ho nei suoi confronti un'indulgenza che non ho nei confronti di madame potrebbe-virgola- ricevere.
Eppure ecco la tragedia:ho sussultato al provvedervici nel momento stesso in cui sussultava anche monsieur Qualcosa,mentre i nostri sguardi si incrociavano.Dopo questo lasso di tempo infinitesimale in cui,ne sono sicura,siamo stati fratelli di lingua uniti dalla sofferenza che ci trafiggeva e che,facendo trasalire il nostro corpo,rendeva visibile il nostro sbigottimento,monsieur Qualcosa mi guarda con occhio diverso.
Un occhio insospettito.

Come avrete capito,sto leggendo L'eleganza del riccio di Muriel Barbery.
Una storia a due voci davvero adorabile.

Mi piace questo libro un lievemente altezzoso.
Mi piace quest'attenzione che pone sull'arte della parola.
Io sono molto meno colta della protagonista,e non ho bisogno di fingere per sbagliare alcuni verbi ed alcune parole.
Ma sto molto attenta al linguaggio usato dalle persone che mi stanno intorno e non posso negare che chi usa bene le parole attiri facilmente la mia attenzione.
E,di contro,chi commette degli errori grossolani perde immediatamente ogni attrattiva.
Ho la fortuna di esser circondata da persone piuttosto colte,ed adoro la sensazione di poter imparare da loro,di godere di quello che hanno da offrirmi.

Lasciando perdere le mie sciocche riflessioni,vi consiglio di leggere l'eleganza del riccio.
Merita.

3 commenti:

aldievel ha detto...

=) Lo metto nella lista delle mie letture future...

Bel blog!

Ciao

L ha detto...

Mi accingo a linkarti.

Porgo Saluti,
L.

beatrice ha detto...

L: facci pure!

aldievel: Grazie! Il libro è veramente interessante!