martedì 22 gennaio 2008

Letteratura?


Mentre mi appresto a dedicare la mia intera vita allo studio e,spero,alla traduzione di alcune meravigliose espressioni della letteratura giapponese scopro che ho sbagliato tutto!!!
Si si...ho sbagliato tutto.
Perchè mi chiederete....
Due parole: Kentai Shosetsu

Cos'è?
Una nuova e meravigliosa(?) forma di romanzo!
Il romanzo scritto via sms...
Si,proprio via sms.
E' ormai la passione dei ragazzini giapponesi che ,dovendo passare molto tempo sui mezzi di trasporto pubblici,si dedicano alla scrittura di questi romanzetti a puntate.

Chiaramente il grosso limite di questi "scritti"(perdonatemi,fatico a chiamarli romanzi!) è il lessico,assolutamente semplificato e scarno, ricco di abbreviazioni ed emoticons.
Certo anche le trame non sono da meno, tutte storie di liceali divisi tra scuola e storie d'amore più o meno romantiche con sfondo di droga alcol e sesso.
Insomma,molto originali.
Sicuramente un punto in favore di questi "scritti" c'è.
Si vendono molti più libri in Giappone adesso.
Se però consideriamo che 5 bestsellers su 10 lo scorso anno sono Kentai Shosetsu ci rendiamo conto di quanto alla quantità non corrisponda affatto la qualità!
Scommetto che i libri scritti via sms arriveranno anche in Italia,come traduzione di quelli nipponici(io lo dico,se mi capitasse di tradurne uno ACCETTEREI! il lavoro è lavoro!), ma sono anche certa che anche i ragazzini italiani si dedicheranno a questa nuova "Arte".

Ma insomma,noi non arriveremo così in basso.
Pensate che il romanzo di un'autrice che si chiama Mika è diventato un film,il più visto nei cinema giapponesi.
Queste cose da noi non succedono...C'è una certa qualità....Ehm...ok lo so,sarebbe così se non ci fosse Moccia!



Come richiesto nei commenti devo precisare alcune cose.

I Kentai Shosetsu sono dei romanzi che vengono scritti a puntate su dei siti internet.
Questi siti ricevono dai cellulari degli "scrittori" dei brevi messaggi di testo che in effetti non sono dei veri sms(visto che in Giappone non si vanno di moda come in Italia)ma delle brevi mail, comunque di pochi caratteri e con poca possibilità di variare il linguaggio usato!
I siti in questione(ne esistono svariati)pubblicano questi miniracconti che spesso prendono forma di romanzo diviso in brevissimi capitoli.
Visto l'enorme successo di pubblico(indi l'enorme possibilità di guadagno),alcuni editori hanno offerto denaro agli autori di questi racconti per pubblicare le loro opere(??).
Il risultato sono decine di libri pessimi venduti in quantità inimmaginabili.
Diciamo che ci si trova davanti all'evoluzione di alcune tendenze presenti anche in nel nostro paese. I bloggers ai quali viene offerto di scrivere un libro(pulsatilla per esempio), sono secondo me il preludio di questa tendenza alla pubblicazione di cose che hanno fatto molto successo in rete,senza tenere molto in conto la vera qualità del prodotto(e sappiate che non ce l'ho con Pulsatilla,ho comprato il suo libro e mi sono fatta molte risate!).





6 commenti:

Anonimo ha detto...

e olte moccia non esisterebbe scamarcio! che bel mondo sarebbe... giulia

Parsifal66 ha detto...

Ciao Beatrice !!! Avevo intenzione di scrivere un post su questa notizia, ma poi ho scelto qualcosa di più generale. Certo che un libro scritto via sms fa riflettere e i risultati di questa riflessione non è che siano tanto positivi, ma il Giappone è un paese di grandi contraddizioni....anche questo contribuisce al suo fascino.
A presto. Cristiano

beatrice ha detto...

Beh evidentemente l'argomento ha colpito entrambi!
Chiarisco che questo non cambia affatto la mia idea di quel paese che adoro proprio per le sue contraddizioni evidenti!

melalgiorno ha detto...

Ho cercato dettagli su questi kentai shosetsu, e finora non ne ho trovati. Volevo capire chi li fa come li fa. Si tratta di messaggi lunghi al massimo 160 caratteri? E a chi vengono inviati? E come si arriva alla carta stampata?

brì77 ha detto...

I giapponesi........ non si smentiscono mai!!!!!
Non so..... ma ho la sensazione che presto o tardi anche da noi arriveranno i romanzi-catena di sms!!! pauraaaaaaaaaaaaaaaa
Nadia

stefy ha detto...

Il mese scorso in aeroporto a Narita, prima del volo che mi avrebbe riportata ahimè in Italia, ho comprato impulsivamente uno di questi romanzi. Perchè mi piaceva la copertina ed ero in preda alla frenesia degli acquisti all'ultimo minuto. Mi sono accorta solo dopo che era un keItai shosetsu (posso fare la pignolina? è keItai, non keNtai...così facilitiamo le ricerce su google a chi vuol saperne di più). Devo ancora iniziare a leggerlo... certo, la qualità letteraria sarà probabilmente scarsa, ma almeno se è scritto semplice avrò meno parole da cercare sul vocabolario! ;-)