lunedì 14 gennaio 2008

basta poco


Ore 19. Stazione Termini. Attendendo la metro per 12 infiniti minuti.
Troppa gente,troppo rumore e troppo tanfo.
Accendo il lettore mp3 e parte "La valse d'Amelie"colonna sonora de"Il Favoloso Mondo Di Amelie"solo pianoforte,alzo il volume al massimo in modo da non sentire altro,mi metto in un angolo e chiudo gli occhi.
Sento solo le note ed i miei battiti che con quelle note si fondono.
Tutta la stanchezza di una giornata va via in un attimo.
Questa è la felicità,penso.
Prendo il treno stracolmo,poi salgo in macchina cantando così forte da far sorridere tutti quelli che sono come me fermi al semaforo.
Cazzo, è bellissimo.Penso!
Basta poco per esser felice.

Pochi attimi dopo apro la porta di casa.

5 commenti:

Anonimo ha detto...

Vorrei regalarti un istante di gioia...e farlo girare nel tempo in continuazione, come una giostra infinita, per prolungarlo finchè non ne sarai sazia. Potrei dirti mille cose ma nessuna riuscirebbe a dire veramente qualcosa. Sappi solo che ci sono.
"la ragazza della porta accanto"

diana ha detto...

Si,basta poco per essere felici,il male è che ce lo dimentichiamo spesso.Per fortuna hanno inventato il magico mp3,un bacio.diana

Taz ha detto...

Ciao Beatrice, beata te che riesce ad essere felice con così poco...

Anonimo ha detto...

è vero basta poco per essere felici... ma con l'intimo di agent provocateur saremmo molto più felici!!! perchè me l'hai fatto conoscere??? giulia

beatrice ha detto...

Ho creato un mostro!
Giulietta facciamo così inizio a mettere i soldi da parte e prima di partire per il giappone ti compro un regalino da Agent Provocateur!!!!
hi hi...