mercoledì 16 luglio 2008

l'isola deserta


Ho portato i primi scatoloni a casa nuova.
La stanza sta smettendo di essere mia,lo è sempre meno ad ogni striscia di scotch attaccato.
Ma a questo sono abituata.

La cosa che ha fatto davvero male,questa sera, è stato svuotare le librerie.
Visto che dopo la laurea dovrò partire per il Giappone,ho deciso di non portare a casa nuova tutti i libri ma di mandarli direttamente a casa dei miei genitori.

Arriverà una sola scatola nella nuova casa e conterrà soltanto i libri di autori giapponesi che potrebbero servirmi per la tesi(si,sono stata un po' furbetta ed ho trovato una scusa per non spedirli tutti in siculonia)ed altri 10 libri.


Ore giapponesi- Fosco Maraini(la bellissima edizione di grande formato con foto a colori e carta lucida)

Case amori universi- Fosco maraini( poesia pura)

Frammenti di un discorso amoroso-Barthes( perchè dopo anni ho ancora voglia di sfogliarlo)

Un indovino mi disse -Tiziano Terzani(l'oriente che vorrei esistesse ancora)

Paula - Isabelle Allende ( mi emoziona,sempre)

Poesie d'amore - Apollinaire (testo francese a fronte,perchè un po' di romanticismo ogni tanto scalda l'anima)

Compagno di sbronze -Charles Bukoski( cinico e sognatore,come me...credo)

Il cacciatore di aquiloni- Khaled Hosseini (mi fa piangere,ridere,pensare)

Il giovane Holden -J.D. Salinger (un classico è per sempre,altro che diamanti)

Io non ho paura - Niccolò Ammaniti (un pugno in pancia)

Ho scelto questi libri come se mi avessero chiesto di decidere quali avrei portato con me su un'isola deserta,ed ha fatto un po' meno male.
(grazie Mic)

16 commenti:

Andrea Del Campo ha detto...

dimentichi un certo numero di un certo john doe :P
anche perchè il prossimo mica te lo posso spedire in giappone!!!

Anonimo ha detto...

Ritornando all'ultimo post, se non mi ricordo della schifida torta di meringhe, allora doveva essere davvero qualcosa di incommensurabilmente orrido (per cancellarla addirittura dalla mia memoria...non è che mi aiuteresti a ricordare?)...per il resto, cara bea...casa nuova, vita nuova. tanto di guadagnato. tra l'altro saremo finalmente più "raggiungibili" (pensa che bello...l'anno prossimo tra una lezione e l'altra verrò a pranzo da te...che goduria!)
Un bacio, vado a nanna perchè domani ho una visita medica obbligatoria per lo scavo di settembre...
hasta luego
Francesco

INFINITO ha detto...

In un'isola deserta dovresti portarci un bel ragazzo...

beatrice ha detto...

Andrea: il jd c'è,certo che c'è.
E poi l'altro me lo mandi in Giappone,non ci sono cavoli.

Francesco: sei sicuro di voler provare?Sei già ufficialmente invitato a pranzo nella casetta nuova:)

Infy: ti garantisco che un buon libro è una compagnia migliore,porterei piuttosto un ragazzo intelligente.

michele ha detto...

Di niente. E' il mio modo per aggirare l'insidiosa domanda psicanalitica sulle mie cose preferite.
Per esempio: "Quale libro porteresti con te su un'isola deserta?"
Ma è ovvio! "Mille modi per cucinare il pesce"!
m.

beatrice ha detto...

Michele: sempre concreto! Grazie,veramente :)

INFINITO ha detto...

Beatri' ma poi le chiacchere annoiano... meglio un ragazzo anche prestante cosi' potreste creare una tribu'... ;-)

beatrice ha detto...

Infy: a me la testa interessa più del corpo,e ti dirò che mi eccita anche di più.Quindi,credimi,preferisco un uomo interessante.

GreatMoranda ha detto...

con un uomo interessante ci puoi passare tutta la vita :)
con un figo ci passi qualche bella oretta ;)

INFINITO ha detto...

E con lui vi guarderete negli occhi... :-D

beatrice ha detto...

Greatmoranda:concordo

Infy: no,co potrei far l'amore.Ma non so se sai cosa significa.

Anonimo ha detto...

Ciao, non ci conosciamo!
Ho letto di te su AO, dove sono finita cercando ricette light.
E ho letto di te sul tuo blog, perchè sono curiosa.
Solo un messaggio invadente per dirti che quasi tutti i libri che hai scelto li adoro.
E anche per farti i complimenti per come scrivi, per quello che dici e per le emozioni che riesci a far trasparire. Al di là dello stile piacevole (sembri carrie), tra le parole, la punteggiatura e gli spazi emergi tu, e sembri proprio una bella persona.
Alla fine un consiglio: adoro B. Yoshimoto, chi altro mi consigli di giapponese??
Grazie.
R.

Anonimo ha detto...

mi sa che l'anonimo/a R. ha già commesso due errori: darti della bella persona ( espressione che odi ) e nominare banana yoshimoto. sicuramente saprai consigliare qualche lettura orientale migliore ( a proposito, grazie ancora per neve sottile! )! giulia

Anonimo ha detto...

p.s. concordo sull'uomo intelligente... basta con gli uomini stupidi! giulia ( aridaje )

Asal ha detto...

Di sicuro anche dove andrai lascerai il segno...

beatrice ha detto...

R: grazie per i complimenti,continua a leggermi,mi fa molto piacere.
Come letture nipponiche ti consiglio Noregian wood di Murakami Haruki,tanto per iniziare.

Giulia: Posso accettare "bella persona" ma detesto "mi dai emozioni".
Per quanto riguarda la Yoshimoto hai ragione ma capisco che è la più famosa e che per un lettore non specializzato possa essere comunque gradevole.

Asal: si il segno dei denti! :)