sabato 21 giugno 2008

il ballo degli stupidi

Ero una ballerina,ma non sono mai stata brava nel ballo degli stupidi.
Mi trovo a ballar la quadriglia,ma vorrei che la mia vita fosse un tango.

Ho passato giorni migliori.
La gente sorride alle mie ginocchia,è inspiegabile ma è così.Le guarda,complici i pantaloncini d'ordinanza, e sorride. Ho controllato,scrutato,osservato le mie gambe in cerca di qualcosa di buffo.
Non l'ho trovato. Quindi prendo quei sorrisi come un complimento.
Sul mio viso le lentiggini sono come popcorn. Espoldono senza sosta appena il sole bacia la pelle.
In questi giorni il telefono ha squillato così tanto da non farmi sentir sola nemmeno un attimo,ma credo di dover comprare un auricolare. Vorrei evitare di sottoporre il mio cervello ad ulteriori radiazioni.
Ho letto 3 libri, ho studiato ma non ho visto nemmeno un film.
Devo riprendere le fila della vita delle persone a cui voglio bene,e provvederò a farlo nei prossimi giorni.
Nel mio dialetto la parte che fa male quando si è tristi,ansiosi o tesi si chiama bocca dell'anima.
E non ci sono termini migliori per spiegare perchè certe volte tra il cuore e lo stomaco ci sia tanto dolore.
E' l'anima che fa male.
La prossima sarà una settimana importante ed impegnativa.
Forse molto dura,non sono pronta ad affrontare alcune cose che ho scelto di fare.
Ma ci sono.

3 commenti:

lula ha detto...

dai dai bea. siamo qui in due. se non lo fa nessun altro lo ballo io il tango con te.

il DAVE ha detto...

Bisogna credere in se stessi,sempre,perchè solo in questo modo si riescono a superare tutte le difficoltà che si presentano sul nostro cammino,nella nostra vita.
E spesso bisogna anche superare il dolore causato dalla bocca dell'anima.

;)

LaFuria F. ha detto...

ballo degli stupidi?
curiosa e familiare espressione...