domenica 20 aprile 2008

Tum teketum teketum(si può amare da morire ma morire d'amore no)


Leggendo un post di Micol B. mi sono trovata a riflettere su una questione: io non ho mai sofferto per amore.
Mi spiego, io non mi sono mai trovata a piangere per un uomo che non mi voleva, che mi aveva abbandonata,che mi aveva tradita.
Ho pianto per uomini che mi hanno prosciugata fin quando non li ho scaricati.
Ho pianto per uomini che amavo, nel momento in cui mi sono resa conto che non poteva andare avanti.
Ma mai, mai nella mia vita ho sofferto perchè il mio amore non era ricambiato.

Io ho sempre avuto tutti gli uomini che volevo.
(lo so,la frase suona terribile!)

Con questo non voglio dire che sono così intelligente, interessante e bella da far cadere tutti gli uomini ai miei piedi, certamente non è così.
Ma in effetti non sono abituata a ricevere dei no.

C'è anche da dire che non sono una che si accanisce.
Se mi piace un uomo che non dimostra interesse per me... che andasse a farsi benedire.
Il mondo è pieno di uomini carini, intelligenti(beh,pochi), affascinanti(ehm,molto pochi).
Ok.Il mondo non è poi così pieno di uomini per cui valga la pena di rimanere eterosessuale, ma io non ho mai avuto l'impellenza di abbandonare il mio status di giovane donna single.

Mi chiedo se ho soltanto la tendenza a non lanciarmi in storie impossibili o se non riesco a provare interesse per chi non prova interesse per me.

La conclusione è una sola.
Prima o poi, io una batosta la prenderò.
E' impossibile che non accada!
E,vi dirò,quasi quasi me la merito.

Spero soltanto che non sia adesso.E magari che non sia troppo forte.

P.S. per consolarmi,preferirei un secchiello di Haagen dazs.
La nutella è stucchevole.
Se devo farmi qualche ora di pianto in sua compagnia non va bene.
(Chiaramente queste indicazioni sono per le care amiche che correranno in mio soccorso.)

7 commenti:

D ha detto...

Soprassiedo sull'intelligenza e l'affascinanza degli uomini.. ; )
E di certo giammai voglio/vorrei spezzare cuori.
Riguardo al mio post commentato ti ringrazio, sia in generale sia perchè intimamente spero che tutti quelli chiamati in causa si siano astenuti per il tuo stesso motivo..
Pur pensando che comunque sia necessario alzare la voce almeno per farsi sentire (costringendo a palesarsi a quelli là..), la voglia di ringhiare l'ho molta anch'io, e ti capisco.

Muxu, D.

P.S. In amore sei stata moooolto fortunata.
P.P.S. DNGDLB sì, è l'inizio del mio codice fiscale.. /:)

L@dy Cocc@ ha detto...

tesoro?! me ne dai un po' di quel gelato?? ;)

melalgiorno ha detto...

A forza di pensare a questa e ad altre cose ora sono esausto e non ho ancora trovato la soluzione. Né riesco facilmente a parlarne faccia a faccia con qualcuno o qualcuna - e non mi pare un motivo per ripiegare sui commenti in un blog. Poi rischio di ripetermi e di venirmi a nausea. Nel dubbio me ne sto in disparte e mi do all'hobby.

lula ha detto...

Bea, ma la merda ti ricambia, eh. è quello il problema. che te ne fa di ogni, però "ti ama". è la sua scusa, e lo autorizza a trattarti come gli pare. che gli puoi dire, se non merda?

beatrice ha detto...

D: no,non soprassedere...dici pure!!

Lady:Buonissimissimo,ma ne hai bisogno?

Melalgiorno:Mica voglio causare crisi personali con i miei post

Lula: ma quale onore...
Si,che la merda ricambiasse era chiaro. Io ragiono semplicemente sul fatto che io non sono mai stata con una "merda".
Me ne frego delle parole che colpiscono al cuore ma restano solo parole.
Mi sono sempre interessata ai fatti.Quindi se sei merda...non mi piaci!
Stop.
Sono matta?

melalgiorno ha detto...

Beatri', se "la causa" fossi tu la soluzione sarebbe semplice...
(ma quando la pianto co' 'sti commenti?!)

Eliora ha detto...

Good post.