mercoledì 23 aprile 2008

passione


Dove posso trovare un po' di passione?
Sono spiazzata, abituata ad aver grinta da vendere,ad aver la voglia di fare 1000 cose insieme con la pretesa di farle venire tutte bene.

Ma adesso sono bloccata.
Vedo la fine di tutti i percorsi iniziati negli anni quelli personali,quelli umani,quelli universitari.
Ma non ho la forza per fare l'ultimo sforzo.
E mi trovo a fare i conti con i miei errori,con il tempo maledettamente perso per mille motivi,con le scelte che adesso mi sembrano sbagliate e che spero non mi sembreranno più tali tra qualche tempo.

Nessun entusiasmo.Quel poco che avevo si sta perdendo,e non tanto lentamente.

Ho voglia di amare,ma non amo nulla.

Ho voglia di far l'amore.

10 commenti:

L ha detto...

Beh, se hai voglia di fare l'amore, prendi il cappotto (ma forse stasera non serve), esci e cerca la persona che fa per te.

In bocca al lupo.

L.

D ha detto...

Beh, per far l'amore devi amare, poco magari, ma devi farlo.. altrimenti è sesso.
Però si può iniziare ad amare, poco, dalle piccole cose.
Sempre che l'amore non ti faccia uno dei suoi soliti scherzi e ti inondi come uno tsunami senza avvertire.
Non so cosa augurarti..
Buona passione

Muxu, D.

beatrice ha detto...

l:per avere una scopata basterebbe digitare un numero sul cellulare. ma non è quello che cerco.

D:Mi piacerebbe essere inondata all'amore tanto da rimanerne stordita.
Ma,forse,sono troppo razionale.
Vorrei,almeno,ricominciare ad amare le cose,è più semplice.

melalgiorno ha detto...

"Amore", "sesso", "amicizia"... che oceano di vaghezza! Quale vivaio per gli equivoci!

A me sembra che nonostante tutto io mi stia inondando d'amore da solo. Io comunque i numeri telefonici da usare per scopare non ce li ho, chissà perché...

;-)

beatrice ha detto...

Melalgiorno: un amico qualche tempo fa mi ha detto: se una donna non ha almeno tre uomini che conosce che farebbero sesso con lei non ha una socialità normale.
Direi che è vero!

Per gli uomini è un'altra cosa,per il valore intrinseco dell'esser donna di cui più volte abbiamo parlato

L ha detto...

Urka, lo so... infatti ti dicevo di cercare la "persona che fa per te".

Buona ricerca e buon WE (lungo a sto giro).

Ciao,
L.

melalgiorno ha detto...

Sì, ne abbiamo più volte parlato, ma ogni volta che leggo o ascolto certe cose mi scatta dentro una sorta di "invidia misogena", per via di quella facilità di base che non è sempre qualcosa che una donna si meriti più di un uomo.

Anche se in fondo in fondo non saprei dire cosa davvero rimedia una che formi uno di quei numeri telefonici. Il fatto stesso che una donna limiti a priori così "chirurgicamente" il ruolo di un uomo nella propria vita mi dà l'idea di un limite eventualmente desolante. Un limite che eventualmente coinvolge la qualità del rapporto sessuale stesso. Contatti fisici appaganti fra due persone secondo me legano, e non mi fanno pensare a rapporti che diresti "di solo sesso", anche se non portano a fidanzamenti o matrimoni...

beatrice ha detto...

Melalgiorno: ma io non ho detto che gli uomini che stanno dietro a quei numeri di telefono siano esclusivamente oggetti sessuali.
Ho detto soltanto che ho la certezza che un certo numero di persone che conosco accetterebbero senza pensarci due volte un mio invito.
Tra l'altro non è una questione di merito.
E',piuttosto,un discorso di domanda ed offerta.
Maggiore è la domanda più aumenta il valore della merce,se il paragone ti sembra calzante.

L: ti rispondo a we quasi finito.Se trovassi la persona che fa per me cercandola soltanto una sera, la mia vita sarebbe più semplice.

melalgiorno ha detto...

.....meno male, Beatri', che c'è l'area commenti del tuo blog!

;-)

Non intendevo tirare le somme su come in particolare tu consideri gli intestatari di quei numeri che stanno nella tua rubrica telefonica, queste cose non le posso sapere.
Dicevo che dal contesto in cui certi certi sconosciuti personaggi vengono menzionati posso pensare più facilmente a stalloni che non ad amici di famiglia...

Siamo d'accordo sul fatto che sia una questione di mercato. E proprio per questo decade la questione del merito, se per merito intendiamo qualche oggettiva qualità della persona che giustifichi la facilità nell'ottenere quel tipo di consenso. Una cosa vale quanto una maggioranza di individui è disposto a pagarla.

Sono contento perché posso aspettare.

L ha detto...

Beh si, sarebbe più semplice per tutti, credo. Però quello che posso dire, che a volte capita.

Buona domenica.

A presto,
L.