mercoledì 30 aprile 2008


Questa mattina mi sono svegliata presto.
Ho fatto due lavatrici,ho studiato,ho cercato di capire cosa ne sarà del mio futuro universitario(se qualcuno si degnasse di definire le date degli esami,per me sarebbe tutto più facile)ho risposto a molte mail ed ad altrettanti sms.
Poi, sono crollata! Non mi succede mai.
Mi sono addormentata di colpo ed ho sognato.

Ero alla stazione termini,anche se la struttura somigliava più al cantiere che è la stazione di Torino in questo periodo.
Avevo una bottigli di alcool etilico in mano,correvo nei corridoi ricavati tra le strutture sulle quali lavorava un gran numero di operai.
Inseguita da George W. Bush,chevuole rubarmi quella bottiglia.
Io la stappo ed inizio far schizzare quel liquido più lontano possibile.
Quando il liquido bagna le pareti,inizia a corroderle immediatamente e questa cosa mi stupisce.
Insomma l'alcool non corrode,questo sembra più un acido pur essendo nella classica bottiglia di plastica con dentro il liquido rosa.
Dopo una lunga corsa e vari tentativi riesco a colpire il presidente,lui continua a correre con brandelli di carne che pendono dal suo viso.
Io corro con lo sguardo incollato a lui che continua ad inseguirmi, non vedo la parete davanti a me e mi ci schianto.
Sono terrorizzata,lui sta per raggiungermi, mi siedo con le ginocchia al petto, vedo con la coda dell'occhio un uomo che lancia qualcosa.
Un fiammifero acceso!
Davanti ai miei occhi,in un attimo,tutto prende fuoco.
Io sono salva.
L'uomo si avvicina,mi tira su prendendomi la mano.
Mi sorride e mi offre un caffè.


Ne vogliamo parlare??
Avrò dormito 10 minuti netti,non potevo sognare cose carine come tutte le persone normali?
Adesso ho un folle mal di testa,mi chiedo perchè io desideri sciogliere nell'acido il sig. Bush(no aspettate,forse questo lo so!)ma soprattutto perchè nel sogno il tipo che mi salva è un cesso!
Tutte le donne sognano di essere salvate da un figo alto,con le spalle larghe e i denti bianchissimi.
Io sono stata salvata dal papabile sosia di Danny DeVito da giovane.

8 commenti:

MarcoS. ha detto...

ma non siete sempre voi donne che dite che vi piace il tipo che vi fa ridere. a me de vito fa ridere.

D ha detto...

1°: se dai fuoco a Bush non può essere un brutto sogno.
2°: mi associo a marcos, e poi è un signor produttore, oltre ad essere un bravo attore..
3°: se bazzichi a Torino dimmelo che te lo offro io un caffè: sono meno simpatico di De vito ma più alto ; )
4° il sogno (in parte) mi ricorda una poesia che ho ritrovato proprio due giorni fa.. oggi pomeriggio la recupero e te la scrivo.

Muxu, D.

beatrice ha detto...

marcos: mi piacciono gli uomini simpatici,è vero!
Ma insomma DeVito è SOLTANTO simpatico!!!

D:Sorriderai,ma sono a Torino proprio in questo momento!
Attendo la poesia!

D ha detto...

Eccola qua..
P.S. Se resti nel weekend, domani sera c'è Bugo all'Hiroshima (fantastico locale!) e ci possiamo trovare. Sarò quello più alto di Danny Devito. ; )
P.P.S. La traduzione credo che sia mia
P3.S. mail di splinder: dngdlb@splinder.com


Da ‘The Painter’s Dream’ (‘Il sogno del pittore’)

And then I’m walking through a huge exhibition in the Whole World Museum of Art containing all
the greatest paintings of the entire fine arts tradition of all the centuries of western civilizaton
When suddendly a wild-haired band burst into the museum and starts spraying paint-solvent onto
all the paintings
And all the paint in all the paintings starts to run down onto the floors of all the galleries forming
fantastic new and exciting images of the end of our little universe
And elite curators in Gucci shoes rush in and cut up the painted floors and hang them on the walls while picturesque bohemian painters in berets stagger through the halls weeping

E poi cammino in una enorme mostra del Museo d’Arte di Tutto il Mondo che contiene tutti i più
grandi dipinti di tutta la tradizione delle belle arti di tutti i secoli della civiltà occidentale
Quando all’improvviso una banda con i capelli in disordine irrompe nel museo e comincia a
spruzzare solvente per vernici su tutti i dipinti
E tutto il colore in tutti i dipinti comincia a scorrere sui pavimenti di tutte le gallerie formando
delle nuove fantastiche immagini della fine del nostro piccolo universo
E i sovraintendenti dei musei in scarpe di Gucci corrono e ritagliano i pavimenti dipinti e li
appendono ai muri mentre pittoreschi pittori bohémien con baschi si muovono barcollando nelle
sale in lacrime

beatrice ha detto...

D: bellissima poesia.Ricorda davvero il mio sogno.
Domani sera non so se ci sarò!
Se vado li ti avverto.

Estylon ha detto...

Sei stata salvata!
E' questo l'importante!
Mo se è Danny De Vito o Josh Holloway poco importa no?
In realtà credo che nel tuo sogno sia scattato il meccanismo "la vita non è come un film", succede anche a me ogni tanto.

Silvia ha detto...

:D :D :D
Anche io ho fatto un paio di lavatrici e, se ti può consolare, sta notte ho sognato di spezzare un dito ad un tale che non ho mai visto...
Ciao!

beatrice ha detto...

Estylon: come cosa cambia!?
certo che cambia!!!

Silvia: violenta!