lunedì 31 marzo 2008

me.



La stanza è vuota.
Le pareti bianche intorno a me, e dentro me, fanno male.

Sono riuscita a far venir fuori tutte le lacrime che ho tenuto dentro per mesi,e l'ho fatto nel momento sbagliato.
Per una volta non sono stata forte, proprio quando era necessario.

Adesso c'è solo da ricostruire,pezzo per pezzo.
Ricostruire una vita da sola che so di saper vivere ma non ricordo come.

So occuparmi di me,nel senso organizzativo del termine.
In questo sono bravissima.
Ma non so se sono capace di coccolarmi,di amarmi.
A questo ci hanno pensato gli altri,nella mia vita.

Ora devo solo rifiorire,l'ho promesso.

2 commenti:

PuroNanoVergine ha detto...

Non vedere le lacrime come segno di debolezza.
Ci vuole forza per ammettere a noi stessi di star male.
Solo così, forse, possiamo coccolarci ;-)

Anonimo ha detto...

Ma che è successo gioia??! :°(
Ra