venerdì 7 settembre 2012

come i grandi

gli anni passano. e io mi ritrovo a parlar d'amore, e per una volta di amore vero, con il bambino, che bambino in fondo non è più. le paure di una donna di 30 anni, che magari fanno ridere, che per la prima volta ho l'età delle mie amiche da telefilm preferite. Sempre più cliché, senza imparare niente. Eppure il maledetto sex&the city l'ho guardato tutta la vita, e da un decennio almeno ho deciso che sono Miranda, senza ombra di dubbio. Ora, santa pazienza ladra, perchè io non mi sono accorta di Steve? Cioè se sono così tristemente attaccata al mio personalissimo cliché, come ho fatto a non tenere in considerazione il grande insegnamento che le serie tv hanno da darmi? Che poi il consiglio migliore, quasi spiazzante, è arrivato pochi giorni fa da un ragazzino che quando è iniziato il mio telefilm da femmine preferito faceva, forse, la terza elementare. Bambino, cosa devo fare con il mio Steve personale? Andare oltre il bicchiere d'acqua, e stare insieme sul serio. come i grandi. amen.

3 commenti:

amegghiuparola ha detto...

A parole siamo tutti grandi. O quasi.

Atrox78 ha detto...

Prima di Steve... te la devi spassare con un medico (Stragnocco) possibilmente di colore... poi ti accorgerai di Steve... :P

beatrice ha detto...

Atrox: allora vado alla ricerca del medico. e poi mi riprendo steve, su quel cazzo di ponte.