lunedì 20 luglio 2009

tokyo trash


Ieri ho passato la giornata in un parco che sarebbe potuto essere in qualunque citta del mondo, se non fosse per il ponticello di legno che ti dispiaceva quasi camminarci sopra senza i geta, tanto era bello.
Una festa sudamericana in pieno centro di Tokyo, è cosa strana.
Gente di tutti i colori che ballava La Vida es un Carnaval, e un carnevale ieri lo è stato davvero.
Che scappati dalla festa colombiana siamo andati alla più kitch delle feste in barca. Grossa nave che attraversa il Sumida, regalando panorami inaspettati e bellissimi, con un'animazione da villaggio turistico di quarto livello.
Ho riso alle lacrime vedendo le ballerine in Yukata intente a danzare Volare sulla musica dei Gipsy Kings o WMCA in giapponese.
I Giapponesi e i Gaijin ubriachi intorno a me erano lo spettacolo più trash che pensavo di poter vedere in questa città.

Ah, e per i miei tanti amici otaku devo dare un'informazione, ho visto il Gundam.
E' gigantesco, si vedeva dall'altra riva del fiume ma prometto di andare presto a fotografarlo per voi.

4 commenti:

cosimo ha detto...

Ahahahaha, grazie per il Gundam! Fai molte foto, specie di notte quando sbuffa fumo e gli si accendono gli occhi!

Anonimo ha detto...

credevo di essere la regina del trash ma credo che con questo spettacolo tu mi abbia suparata! come stai piccola? non so se hai letto la mail che ti ho mandato il pc si è rotto e sto cercando di usare il vecchio macinino. bacio bacio! giulia

Cavuccio ha detto...

l'otaku che è in me ti saluta e ti informa che da un mese a questa parte lo sfondo del suo desktop è proprio quella meravigliosa statua.

qui fervono i preparativi per smettere di lavorare in vista dell'agosto italiano. Per scrivere una mail di lavoro impiego mediamente un'ora e 15'.

beatrice ha detto...

Cosimo: avrai il gundam...nerd!

Giulietta: aspettavo una tua chiamata. domani ti scrivo.

Cavuccio: saluto il visibilissimo otaku che è in te. Ma cosa ti porto da Tokyo?