lunedì 1 novembre 2010

Bondage- la via italiana all'arte di legare-


Un passo indietro nel tempo per completezza di informazione...

quasi due anni fa ormai, a una serata alla quale mi avevano portato due amiche ho visto uno spettacolo. Una ragazza bellissima col volto pulito che volava sospesa sulle corde sapientemente annodate da un tizio strambo e barbuto.

stacco
tre mesi dopo

il mio compleanno, il tizio strambo e barbuto fa parte della mia vita, lo vedo spesso, ci parlo tanto, mi dona, racchiuso dentro una pochette nera, un set di corde rosse, di cotone morbido. Per me.

stacco
4 mesi dopo

sorrido, consegno a quel tizio barbuto, consegno al Maestro, le corde rosse, con l'autorizzazione a usarle su di me.
Provo per la prima volta il brivido di affidarmi a qualcuno che non sia me stessa, mi trovo con il corpo bloccato e le sue mani che mi accarezzano i capelli.

stacco
6 mesi dopo

Lui: sogno di scrivere un libro di bondage, per insegnare a tutti quest'arte.
Io: scriviamolo.


stacco
Oggi

Bondage-la via italiana all'arte di legare- è il frutto di quel sogno, di quelle carezze sulla testa, di quella modella bellissima che volava.
La mia vita in mezzo è cambiata tanto, e non solo perchè ho imparato a non aver paura delle corde su di me, e a dar sicurezza a chi desidera che sia io a usare le corde sul suo corpo, ma perchè ho imparato il valore della fiducia.

Questo libro per me è un dono, il frutto di un sacrificio, di grossi litigi, di molto studio, della voglia di lasciare che la gente conosca un'arte troppo spesso sminuita, volgarizzata, trattata alla stregua della pornografia di infimo livello.

Il bondage è un abbraccio che resta anche quando togliete le mani dal corpo del vostro partner, è un gioco di fiducia e affetto.
E' una disciplina che va studiata e imparata per garantire la sicurezza di tutti, soprattutto del sorriso negli occhi di chi lo pratica.

Bondage- la via italiana all'arte di legare - corde, nodi e legami d'amore
di MaestroBD e Beatrice Gigliuto
Alberto Castelvecchi editore, 24 euro.
In Libreria dal 5 novembre 2010

8 commenti:

PuroNanoVergine ha detto...

Da PuroNanoVergine e Pippaiolo ho sempre considerato il bondage una categoria porno (se vai su pornhub.com lo confermano :-)).

Non credevo fosse considerata e vissuta come un'arte.

Complimentimissimissimi, Beatrice, per la pubblicazione e per la
maturazione di questi anni che ti ha portato, nel farti legare, a sciogliere forse altri nodi più consistenti.

Anonimo ha detto...

Bello. Spero che tu abbia messo questa poesia sulla quarta di copertina..

E grazie anche a MaestroBD, che ha saputo la strada per domare quelle tue paure e liberartene.

Muxu, D.

beatrice ha detto...

PNV: pensa che per me il bondage prima non esisteva affatto. Da nano, 5 metri di corda ti saranno sufficienti per fare autobondage, ovviamnte.

D: no, è venuta così, adesso...
ringrazialo dal vivo, tanto veniamo in nordonia presto.

ivabellini ha detto...

secondo me il bondage è semplicemente il piacere di dominare e di essere dominati non solo fuori dal letto.

ivabellini ha detto...

idem per il bdsm e altro simile

Anonimo ha detto...

a me uno stronzo mi ha fatto foto e senza il mio consenso le ha pubblicate!!!! questi sarebbero i master che hanno rispetto per le schiave??????

beatrice ha detto...

Anonimo: di certo questo non è rispetto. Ma non solo tra "master" e "schiava". Non pubblicare foto scattare in momenti personali è il minimo del rispetto alla base di qualunque rapporto.
Mi spiace che ti sia successo.
Se vuoi parlarne...

Anonimo ha detto...

Cerco copia del libro che però nn é più disponibile nelle librerie
Come posso averne una?